Lo Zodiaco culinario – Leone – Potato salad :-) The culinary Zodiac – Leo   – Potato salad


IMG_6174

Il Segno zodiacale del LEONE è considerato il più fiero dello Zodiaco.  Per natura è carismatico, educato, elegante e ha un fascino naturale.  E’ generoso, orgoglioso, coraggioso, a volte prepotente, e si farebbe in quattro per aiutare i meno fortunati.  Se subisce un torto sa perdonare, e nei sentimenti sa essere fedele e affettuoso.  Se viene tradito, il suo orgoglio rimane ferito, ma la sua forza vitale e la sua capacita’ di perdonare fanno sì che si riprende in fretta. 

Il Leone è anche il segno del potere e denota volontà e determinazione unite a gentilezza. Ha un ego fortemente pronunciato che tende ad eccellere in ogni circostanza. E’ un dirigente nato, ma alla vincita facile preferisce la conquista. Sa essere ambizioso, autoritario, vitale, fiero e leale.  Organizza il suo lavoro come pochi, ed e’ consapevole del proprio valore quindi ama essere apprezzato.

I nati sotto questo segno sono amabili compagni di avventure e divertimento, in grado spesso di stupire gli amici con iniziative e gesti eclatanti. Hanno la particolare tendenza a selezionare amicizie, e compagni di vita, di un certo livello culturale e professionale, specialmente in età adulta.

Per quanto riguarda la salute, i nati sotto il segno del Leone devono stare molto attenti a mangiare in maniera equilibrata, evitando i grassi e tutto quello che potrebbe danneggiare le arterie, soprattutto in eta’ avanzata. Per scaricare lo stress i Leoni tendono a fare grandi abbuffate, senza limitarsi nell’assumere cibi grassi e ricchi di condimento.  Questo potrebbe aumentare il colesterolo, portandoli ad avere seri problemi di salute.  Quindi, i nati sotto questo segno dovrebbero prediligere cibi più semplici, magari anche biologici, scegliendo per esempio verdure e cereali.  Dovrebbero consumare poca carne, scegliere porzioni poco abbondanti e pietanze cucinate in modo semplice.  Molti Leoni sono davvero golosoni oltre che buongustai, quindi dovrebbero fare attenzione quando arriva il momento del dessert, magari concedendosi qualche strappo solo nei week-end e durante le occasioni speciali.

A tutti i Leoni che festeggiano il loro compleanno in piena estate vogliamo dedicare un piatto fresco, semplice, fantasioso e facile da fare… da mangiare a casa, in giardino o portare al mare o al picnic… la nostra Potato Salad

L’estate e’ finalmente arrivata… Ahimè! direbbero alcuni… con i suoi colori, i suoi profumi e con tanto caldo che certamente non ci invoglia a cucinare.  Viene voglia di mangiare cose fresche, veloci e che magari si possono preparare in anticipo.  Una di queste è la Potato Salad che è ancora più buona mangiata il giorno dopo!

È un piatto importato dagli States, preparato solitamente in occasione del barbecue, ed è a base di patate, maionese, arricchito con cetriolini, cipolline, sottaceti, senape e paprika.  Noi l’abbiamo realizzata con la ricetta che si usa a casa della famiglia di Tina, che ricordiamo è nata a New York da mamma italiana e papà americano.  Abbiamo usato la nostra ricetta per fare la maionese, sorprendentemente leggera perché fatta senza uova, ed è adatta a chi è intollerante o a chi per ragioni etiche non ne fa uso.   🙂

Per la ricetta della maionese seguite questo link:

https://emozioniculinarie.wordpress.com/2014/04/05/la-maionese-vegana/
Ingredienti:

Patate (rosse)
Cipolle
Maionese
Erba cipollina
Lattuga
Cetriolini
Sottaceti
Senape
Paprika
Sale

Iniziamo mettendo a bollire le patate e qualche cipolla in abbondante acqua salata. La qualità migliore è quella rossa, perchè rimane bella soda, e si chiama Rossana… si perchè le varie tipologie di patate, come leggiamo nel nostro libro Emozioni Culinarie, hanno nomi attraenti come Monalisa, Primura, Agata, Lutezia, Asterix, Desiree, Rubinia, Aminca.  Intanto prepariamo la nostra maionese e la riponiamo in frigo. Una volta cotte le patate, le lasciamo freddare nella loro acqua, e quando sono fredde le sbucciamo, le tagliamo a rondelle, se la forma della patata ce lo consente, oppure a tocchetti.  Le mettiamo in una grande scodella e aggiungiamo la maionese, l’erba cipollina, un po’ di lattuga tagliata a listarelle, qualche cetriolino, dei sottaceti, un po’ di senape, la paprika e alla fine un po’ di sale.  Amalgamiamo il tutto è riponiamo in frigo perché è più buona fredda.  È un piatto che a casa nostra consumavamo raramente seguendo la ricetta tradizionale, ma da quando abbiamo conosciuto la maionese vegana, lo facciamo molto più spesso. Provare per credere!

Potato salad (1)

*********************************************************************

The zodiac sign LEO is considered the proudest of all the signs.  It is charismatic, well-mannered, elegant and naturally fascinating. Leos are generous, proud, brave, at times overbearing, and they go all out to help those who are less fortunate.  When Leos suffer an injustice they know how to forgive, and sentimentally they are loyal and affectionate. When betrayed their pride is deeply hurt, but the vital energy they have inside and their ability to forgive, allows them to recuperate quickly.

Leo is also a sign of power, willpower and determination combined with kindness.  People born under this star sign have a very pronounced ego and they tend to excel in everything. They are born executives but they don’t like easy victories, they prefer to fight for their achievements.  Leos can be ambitious, authoritative, vital, dignified and loyal.  They are extremely organized and well aware of their self-worth, so they enjoy the appreciation of others.

Leo people are lovable companions of adventures and fun times, capable of amazing their friends with impressive acts and ventures. They have a particular tendency to choose friends, and life partners, of a certain cultural and professional level, especially as they get older.

With regard to health, people born under the Leo zodiac sign must be careful and follow a well-balanced diet, avoiding fats and all those foods that can harm the arteries, especially as adults.  To relieve stress, Leos tend to eat a lot and often, binging on fatty and rich foods. This can increase their cholesterol and cause serious health problems.  So, Leos should choose simple foods, preferably organic, vegetables and cereals, while avoiding too much meat.  They should eat small portions, cooked in simple ways and with little condiments.  Leos are real gluttons and foodies so they should be careful at dessert time, maybe indulging only on weekends and special occasions.

To all the Leos who celebrate their birthday in full summer we wish to dedicate this fresh, simple, creative and easy-to-make dish… to be eaten at home, outdoors, at the beach or on a picnic… our Potato Salad!

Summer is finally here… Alas! Some would say… with its colours, its smells and so much heat that certainly doesn’t make anyone want to cook.  Everyone wants to eat fresh, quick dishes, maybe prepared in advance.  One of these is surely the Potato Salad that usually tastes better the day after it’s made!

It’s a dish that arrived in Italy from the USA where it is a must at any barbecue and garden party, made with potatoes, mayonnaise, pickles, onions, pickled vegetables, mustard and paprika.  We used Tina’s family recipe, whom you probably know are Italian-American, her mom is Italian and her dad is American.  We used our recipe for the mayonnaise which is really light because we make it without eggs, and it is good for those people who are intolerant or who don’t eat eggs by choice, for ethical reasons. 🙂

You can find the mayonnaise recipe here:

https://emozioniculinarie.wordpress.com/2014/04/05/la-maionese-vegana/
Ingredients:

Red potatoes
Onions
Mayonnaise
Chives
Lettuce
Pickles
Pickled vegetables
Mustard
Paprika
Salt

We start by boiling the potatoes and a few onions in lots of salted water.  The best quality potato for this recipe is the one called Rossana here in Italy because it is nice and compact.  As we talk about in our book, Food & Friends, Italian Style, there are many types of potatoes and in Italian they have very attractive names such as Monalisa, Primura, Agata, Lutezia, Asterix, Desiree, Rubinia, Aminca.  We prepare our mayonnaise and place it in the fridge.  Once the potatoes are cooked we let them cool in the water then we peel and dice them.  We put them in a large bowl then add the mayonnaise, the chives, some chopped lettuce, some pickles and pickled vegetables, a bit of mustard, paprika and finally a bit of salt. We mix it all well and put it in the fridge as it’s best eaten cold.  We rarely ate potato salad in our home before, using traditional recipes, but since we’ve discovered this light mayonnaise we make it more often.  Try it… you’ll love it!

 

 

 

 

 

Annunci

Charlotte and Charlene’s homemade button burghers!


Mini button burghers (1)foto 2

Friendship knows no boundaries and no distances, and when it’s sincere it lasts forever.  This is what happened to Tina and Charlotte when they met by chance in 1998.  Charlotte came with her husband on holiday to Italy and Tina was their tour director.  During their travels around Italy, a country that Charlotte adores, their initial liking became a beautiful friendship when they realized how much they had in common.  Since then, the ocean that divides them hasn’t been an obstacle and they’ve managed to celebrate more than one special occasion together.   Tina and Charlotte both love life, family, conviviality and being around people they love.  They prefer autumn and American music from the 50s and 60s, and they both love animals . . . Charlotte adores her little cat Lilly Mae while Tina adores her little dogs Joey and Tiffany.  Charlotte is a very sensitive and generous person who gets along with everyone, adults and children, and never misses a chance to help others, even knitting away for hours to create lovely things to sell at charity events.   One of the special occasions celebrated together in Italy was her daughter Charlene’s birthday.  Charlene is a radiant, strong and sensitive woman who loves Italy, just like her mom.  She is a dear person, full of life, with a gorgeous smile that wins everyone over, and she always looks for the positive side of people and situations.  She is a very generous woman who loves her family and friends, but she is most of all the caring mother of her beautiful daughter Megan whom she adores and who holds the key to her heart.   A person like this could not help but love nature, flowers, plants and animals, most of all her magnificent dog Chloe.  Her innate generosity brings her to be quite busy organizing events not only for friends and family but also for charity, in fact, she is very much involved in volunteer work.

What can we dedicate to two fantastic and congenial women like them if not our recipe for our scrumptious, soft and yummy button burghers? They are ideal for parties, picnics, and any other event where family and friends are involved.   To make our mini rolls you need:

Ingredients:

500 grams of strong flour or Manitoba

300 millilitres of warm milk

100 millilitres of olive oil

14 grams of bread yeast

1/2 tbsp of salt

1/2 tbsp of sugar or malt

Sesame seeds to your liking

First we put the yeast and the flour in a large bowl, then we add the milk and when this is all mixed well we add the sugar, the rest of the flour and the salt.  We knead the dough until it is soft and smooth then we add the oil and continue to knead. We leave it to rise in the bowl covered with plastic wrap, until it doubles in size. We then take our dough and put it on the work table and create little balls or rolls that weigh more or less 30 grams each.  We grease a baking pan and place each roll in it with enough space between each one and leave them to rise again.   Once they have risen we brush a bit of beaten egg mixed with milk on each roll, sprinkle some sesame seeds on top, and bake them at 250° briefly, until golden.  A little suggestion, in order to keep the rolls soft, before lighting the oven place a small container of water in it and leave it there during baking.

Once our rolls have cooled, if we’ve resisted the temptation of eating them fresh out of the oven, we fill them with our grilled mini burghers made with a mix of minced beef and pork, salt, pepper and any garnish of choice.  We used Cheddar cheese, lettuce, thin slices of tomatoes and pickles, mustard and ketchup.  They are little treasure chests of deliciousness . . . enjoy!

Thanks Charlotte and Charlene! 🙂

IMG_20151023_0001

Charlotte and family in Capri

******************************************************************************

L’Amicizia non conosce confini né distanze, e quando il sentimento è sincero dura nel tempo. E’ stato così per Tina che conobbe per caso Charlotte nel 1998 quando venne in vacanza in Italia insieme al marito.  Tina era la loro tour director e durante il tour in giro per l’Italia, paese di cui Charlotte è innamorata, la simpatia iniziale sfociò in una bella amicizia nel momento in cui scoprirono di avere molte cose in comune.  Da allora l’oceano che le divide non è stato mai un problema.  Sono riuscite a festeggiare insieme più di una occasione speciale.  Come Tina, anche Charlotte ama tanto la vita, la famiglia, la convivialità e il circondarsi di persone alle quali vuole bene.  Entrambe adorano l’autunno e la musica americana degli anni 50/60.  Amano entrambe gli animali, Charlotte la sua piccola gattina Lilly Mae, Tina invece i suoi piccoli cagnolini Joey e Tiffany.  Charlotte ha un animo sensibile e generoso, si rapporta bene con tutti, grandi e piccini, e non perde occasione per aiutare il prossimo, anche sferruzzando di tutto e di più da vendere a scopo benefico.  Un’ occasione speciale festeggiata insieme in Italia, è stata proprio il compleanno della figlia Charlene, donna solare, forte e sensibile, che come sua madre ama l’Italia.  Una creatura piena di vita, frizzante, con un sorriso smagliante che conquista tutti, e trova sempre il lato buono nelle persone e le situazioni.  Charlene è una donna dall’animo generoso che ama la famiglia e gli amici, ma è soprattutto la mamma premurosa della sua bellissima figlia Megan che occupa il primo posto nel suo cuore.  Una creatura così non poteva non amare la natura, i fiori, le piante e gli animali, soprattutto la sua magnifica cagnolina Chloe.  La sua innata generosità la porta in prima linea ad organizzare eventi, non solo per gli amici e la famiglia, ma anche a scopo benefico, infatti è molto impegnata nel volontariato.

Cosa si può dedicare a due fantastiche e simpatiche donne così se non i nostri meravigliosi, sofficiosi e golosi button burghers? Sono ideali per le feste in famiglia, picnic e i ritrovi tra amici. Per realizzare i mini panini occorre:

Ingredienti:

500 grammi di farina (W350 o Manitoba)

300 millilitri circa di latte tiepido

100 millilitri di olio di oliva

12 grammi di lievito di birra

mezzo cucchiaio di sale

mezzo cucchiaio di zucchero o malto

semi di sesamo a piacere

Iniziamo sciogliendo il lievito nel latte, man mano aggiungiamo la farina, e quando l’impasto assumerà l’aspetto di una pastella aggiungiamo lo zucchero. Uniamo la restante farina e il sale alla fine.  Lavoriamo molto bene l’impasto fino a quando non sarà più appiccicoso.  A questo punto aggiungiamo l’olio e continuiamo a lavorarlo.  Quando è pronto, lo mettiamo in una ciotola coperta da pellicola, fino al suo raddoppio.  Riprendiamo poi l’impasto, lo rovesciamo su una spianatoia e formiamo tanti piccoli panini di circa 30 grammi ognuno.  Li poniamo su una teglia ricoperta di carta forno, leggermente infarinata e li mettiamo di nuovo a lievitare.  Andranno messi un po’ distanziati  e una volta lievitati, li spennelliamo con un uovo intero sbattuto con un po’ di latte, spargiamo sulla superficie dei semi di sesamo, e li cuociamo a 250° per poco tempo, fino a doratura.  Un piccolo consiglio, per mantenerli morbidi, prima di accendere il forno, ci mettiamo dentro un piccolo contenitore con dell’acqua che lasciamo lì durante la cottura.  Una volta raffreddati, se abbiamo resistito alla tentazione di mangiarne qualcuno caldo appena uscito dal forno, li farciamo con i nostri mini hamburger cotti alla griglia, fatti con un misto di carne di manzo e maiale tritato, sale, pepe, con l’aggiunta delle verdure e salse preferite.  Noi li abbiamo farciti con il formaggio Cheddar, una foglia di lattuga, una sottile fetta di pomodoro, un pezzetto di cetriolo, senape e ketchup.  Sono dei piccoli scrigni di bontà . . . buon appetito!

Grazie Charlotte e Charlene! 🙂

foto 3

La maionese vegana :-) Vegan mayonnaise


La maionese vegana.
La maionese vegana.

Abbiamo sempre limitato il consumo della maionese, un po’ perché non è proprio salutare come alimento, ma anche perché quando viene fatta in casa è necessario stare molto attenti alla freschezza delle uova.   La maionese confezionata a livello industriale sarà anche più sicura… ma noi privilegiamo i cibi autoprodotti.  Da quando abbiamo conosciuto questa versione della maionese che vi presentiamo qui, non l’abbiamo più abbandonata.   Noi usiamo il latte di soia, la senape, l’olio ma l’ingrediente più interessante è la curcuma.  Si usa non solo per dare il colore all’alimento ma anche perché fa tanto bene al nostro organismo.  In India è utilizzata da circa 5.000 anni, sia come medicina che come spezia e colorante.  Proviene da una pianta erbacea coltivata soprattutto nelle regioni tropicali ma il sud dell’India rappresenta il centro principale di produzione.  Il suo nome deriva da Kour Koum che significa zafferano.  Infatti, la curcuma viene anche chiamata Zafferano delle Indie.  I rizomi, che sono la parte della pianta che contiene i principi attivi, vengono bolliti per parecchie ore e fatti seccare in grandi forni.  Vengono poi schiacciati fino ad ottenere una polvere di un colore giallo dorato.   Alcuni dei suoi componenti sono il potassio e la vitamina C ma sono importanti anche gli oli eterici presenti che sono in grado di stimolare l’appetito, e quelli amari che sono in grado di stimolare la formazione di enzimi digestivi.  Nella medicina tradizionale indiana, come anche in quella cinese, la curcuma viene usata come disintossicante dell’organismo, in particolare del fegato, e come antinfiammatorio.   Inoltre, sono interessanti le sue proprietà antiossidanti che trasformano i radicali liberi in sostanze inoffensive per il nostro organismo e rallentano l’invecchiamento del nostro patrimonio cellulare.   Viene molto usata per esempio nei formaggi, nello yogurt, nella mostarda, nei brodi vari in scatola ecc. e come colorante il suo codice è E 100.

Versiamo il latte di soia, il quale ha un grande potere emulsionante, in un bicchiere dai bordi alti.  Noi preferiamo usare solo latte di soia non zuccherato.  Alcuni tipi di latte montano meglio degli altri e con il tempo e vari tentativi ognuno può scoprire la marca che più gli piace.  Aggiungiamo poi la senape, il sale, il limone e la curcuma.   Prepariamo la dose di olio in un boccale e, con un frullatore ad immersione, diamo una piccola emulsionata e in seguito facciamo scendere l’olio a filo.  In pochi minuti la nostra maionese è pronta… ed è una delizia!

Ingredienti

200 ml di latte di soia

1 cucchiaio di senape (facoltativo)

1 cucchiaio di succo di limone o aceto di mele

1 presa di sale

220 ml di olio di mais, o di riso, o di girasole

60 ml di olio extra vergine di oliva

*********************************************************

Vegan mayonnaise

We’ve always preferred to limit our consumption of mayonnaise because it really isn’t that healthy a food, but also because, when it is homemade, we must be extra careful about the freshness of the eggs.  Manufactured mayo might be safe, yes, but we like to make our own foods as much as possible. Since we learned how to make this type of mayo, we’ve decided to stick to this recipe.  We use soy milk, mustard, oil and a really interesting ingredient called turmeric, not only to give it colour but also because it is really good for our health.  It has been used in India for the last 5000 years as a medicine, a spice and to add colour to foods.  It comes from a plant that is cultivated mainly in the tropical regions of India, but the majority of it comes from the southern part of the country.  Its name derives from Kour Koum which means saffron, in fact, turmeric is also called Indian saffron.  The root stock of the plant, which contains the active ingredients, are boiled for many hours then left to dry in large ovens.  They are then pressed until they become a golden-yellow powder.  Turmeric contains potassium, vitamin C, and oils that can stimulate the appetite and help digestion. In traditional Indian medicine, as well as in the Chinese one, turmeric is used to detoxify the body, especially the liver, and as an anti-inflammatory. It is interesting to know that it is an antioxidant that transforms the free radicals, helping our body and slowing down the aging of our cells.  It is used quite a lot in making cheese, yogurt, mustard, canned soups, etc. and as a food colouring in Italy its code is E100.

We pour the unsweetened soy milk, that is a strong emulsifier, in a tall glass.  Some types of soy milk whip faster than others, so it’s up to you to choose the type you prefer.  We add the mustard, the salt, the lemon and the turmeric.  We put the oil in a larger container and with a handheld mixer we blend the oil a bit then combine all the ingredients while blending.  In a few minutes our mayo is ready… and it’s delicious!

Ingredients

200 millilitres of unsweetened soy milk

1 tbsp of mustard (if you like)

1 tbsp of lemon juice (or apple cider)

1 dash of salt

220 millilitres of corn oil, rice oil or sunflower oil

60 millilitres of extra virgin olive oil

Arrosto alla senape imbustato


Immagine

Arrosto di maiale, pollo o tacchino

Senape

Amando tanto le preparazioni culinarie e le emozioni che ci suscitano, c’è da dire che gli arrosti non sono tra le nostre ricette preferite. Possono essere addirittura noiosi e poco soddisfacenti.  Ne abbiamo provati tanti, usando anche un termometro digitale in gradi Farenheit comprato negli Stati Uniti anni fa ma che oggi si trovano anche da noi.  Siccome è importante che la nostra alimentazione sia variata, un buon arrostino, fatto come si deve, ogni tanto ci sta proprio bene.  Volendo sempre sperimentare cose nuove, qualche tempo fa abbiamo acquistato il SACCOCOTTURA della Frio.  Sono dei sacchetti che si  utilizzano senza aggiungere olio.  Pensando che comunque l’arrosto potesse risultare asciutto, abbiamo voluto cucinarlo con la senape, massaggiandone una quantità molto bene su tutto l’arrosto prima di metterlo nel sacchetto.  Una volta chiuso bene il sacchetto, il nostro arrosto è stato cotto in forno per 45 minuti e a fine cottura lo abbiamo lasciato raffreddare nel suo Saccocottura. Beh, il risultato è stato… BUONISSIMO, UMIDO e SQUISITO!  La senape dà sapore ma non rimane forte quindi anche chi non l’ama può gradire questa ricetta…provare per credere!

**************************************************

Roast pork, chicken or turkey with mustard in a baking bag 

We love cooking and all the enjoyment we get out of it, although roasts are not among our favourite recipes since they can be a bit boring and not so satisfying.  We’ve tried rosting many different types of meat, using digital thermometers in Fahrenheit bought in the United States years ago, but these are also sold in Italy now.  Since it is important to include different types of foods in our daily diet, a good roast is a good alternative once in a while.  Since we like to experiment with new things all the time, we tried roasting meat in the baking bag (in Italy Saccocottura by Frio), these are little plastic bags in which food can be cooked without using oil. We thought the meat would be dry, so we added mustard, massaging it well into the meat before placing it in the bag.  Once the bag was sealed tight, we placed it in the oven and let it bake for 45 minutes.  When it was done, we let it sit to cool in the bag on a plate before opening and serving it.  Well, the result was DELICIOUS, SOFT and EXQUISITE!  The mustard gives flavour but is not overpowering so even those who don’t really like mustard too much would like this recipe… try it and see!